LA SCHOLA

La Schola Gregoriana di Venezia è costituita da musicisti formatisi alla Scuola di Prepolifonia del Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia sotto la guida di Lanfranco Menga, allievo di Dom Raffaele Baratta OSB, Giacomo Baroffio e Andrea von Ramm.

Scopo principale della Schola è quello di studiare il repertorio monodico medievale con particolare attenzione alle tradizioni liturgico-musicali dell’area veneta: le varie implicazioni di tipo storico, liturgico, paleografico e musicale, sono oggetto di approfondito studio direttamente sulle fonti, con la ricerca di un criterio interpretativo che riesca a conciliare le ragioni della musicologia con quelle della musica liturgica intesa come forma viva di espressione della cultura religiosa dell’Occidente Cristiano.

Questa impostazione di lavoro e le sue scelte esecutive le hanno fatto meritare il Premio speciale della Rassegna di Canto Monodico Cristiano nell’ambito del XLIX Concorso Internazionale “Guido d’Arezzo” (agosto 2001); subito dopo è avvenuto il debutto discografico con il CD “Resonet intonet” (Tactus 100005), patrocinato della Fondazione “Ugo e Olga Levi” di Venezia, che ha avuto ottime accoglienze da parte della critica.

Collabora stabilmente con l’Ensemble Oktoechos, uno dei gruppi vocali italiani più prestigiosi nell’ambito della musica medievale, con cui ha realizzato nel 2004 il CD “Visitatio Sepulchri” (Tactus 100007), nel 2006 “Jubilemus exultantes” (Tactus 100008), e infine nel 2007 “Crucem tuam adoramus” (Tactus 210001).

Nel 2002 ha effettuato una tournée in Francia riscuotendo un grande successo: la stampa francese l’ha definita “ l’un des meilleurs ensembles grégoriens de notre temps”.

È ospite fisso di importanti Festival e Rassegne concertistiche; tra le ultime esibizioni vanno ricordate quella presso l’Abbazia di Rosazzo nell’ambito dei Seminari Internazionali diretti da Nino Albarosa; la Chiesa degli Eremitani di Padova; al Castello Brandolini (TV); a Venezia per la Fondazione Levi; al Castello di Torrechiara e nel Duomo di Fidenza per la Rassegna “Medioevo…e oltre”; l’Asiago Festival e l’Autunno Musicale a Caserta Vecchia, nonché la partecipazione ai Drammi liturgici “Visitatio Sepulchri”, “In die Annunciationis” e “In die Purificationis”, su commissione dell’Università di Padova e della Fondazione Levi di Venezia.

Nel 2010 ha effettuato una seconda tournée in Francia inaugurando il Festival de la Saint-Martin di Strasburgo.


Alcune proposte di repertorio

Resonet intonet. Canti dell’Avvento e del Tempo di Natale.
Alcuni rari Responsori dei Mattutini delle Domeniche di Avvento, la Missa maior di Natale, la Prosa all’Epistola e la Sequenza dell’Epifania.

Sequenze. Dal Gregoriano a Berio.
Con la partecipazione della flautista Annamaria Morini
Un suggestivo alternarsi di melodie gregoriane e di brani di musica contemporanea ispirati alle forme musicali liturgiche.

Laetare felix civitas. Dalla monodia alla polifonia.
Canti gregoriani e polifonie semplici che testimoniano il lungo passaggio dal canto monodico alle prime forme polifoniche.

Ave, gratia plena. Canti gregoriani per le feste della Madonna.
Alcune tra le composizioni più belle del Medioevo dedicate alla Vergine Maria.

Crucem tuam adoramus. Canti gregoriani per la Quaresima ed il Tempo di Passione.
Brani tra i più significativi per il periodo più intenso della liturgia cristiana.

Laetabitur justus in Domino. La ricompensa dell’uomo giusto.
Un intenso itinerario sul significato della sofferenza e della ricompensa finale, come viene rappresentato nella figura di Giobbe.
Possibile aggiungere Letture.


ENGLISH VERSION